loader
bg-category
Qual è la tariffa principale?

Condividi Con I Tuoi Amici

Il tasso principale è un numero importante per i mutuatari. Può influenzare l'interesse che si paga su tutto, dalle carte di credito ai prestiti auto. Ecco cosa devi sapere.

Il tasso primario è un tasso di interesse di riferimento utilizzato dalle banche. Il tasso principale è stato storicamente il tasso di interesse offerto dalle banche ai mutuatari più favorevoli. Le banche offrirebbero prestiti al tasso primario per ipotecare i mutuatari con un credito eccezionale o, per esempio, per le imprese con ottimi rating di credito.

Il tasso principale ha molta importanza per i consumatori, poiché viene spesso utilizzato come riferimento nel calcolo delle tariffe per specifici tipi di prestiti al consumo. È frequentemente utilizzato nel calcolo delle tariffe per mutui a tasso variabile (ARM), prestiti agli studenti e carte di credito.

Le ARM, ad esempio, avranno spesso il loro rate fissato a uno, due o tre punti percentuali sopra la frequenza primaria. Molti prestiti agli studenti privati ​​fissano i loro tassi ad un tasso prestabilito (spesso chiamato margine o spread) superiore al tasso primario.

La maggior parte delle carte di credito imposta la propria tariffa in qualsiasi momento aggiungendo un certo spread alla tariffa principale. Una società di carte di credito potrebbe offrire ad un cliente consolidato un buon punteggio di credito un tasso di prime più l'8% e un mutuatario con una storia creditizia scadente più il 15% o più.

Ma da dove viene questo tasso?

Origini del Prime Rate

Mentre non esiste un'autorità centrale che corregge il tasso primario, è strettamente vincolato al tasso dei fondi federali. Il tasso dei fondi federali è il tasso al quale le banche si prestano reciprocamente i fondi dai saldi presso la Federal Reserve.

Le banche sono tenute ad avere determinati rapporti di cassa rispetto alle passività alla fine di ogni mese. Per mantenere questi rapporti, le banche spesso si prendono in prestito gli uni dagli altri per mantenere i loro libri solvibili. Il tasso di interesse per tale prestito è negoziato tra le due banche. La media ponderata di questi tassi su tutte le banche è indicata come tasso effettivo dei fondi federali.

Come affermato in precedenza, il tasso di interesse per questi prestiti è fissato dalle singole banche che partecipano al prestito. Tuttavia, la Federal Open Market Commission (FOMC) fissa il tasso obiettivo dei fondi federali. In pratica, il tasso effettivo non varia molto dal tasso obiettivo della Fed, in gran parte perché la Fed può utilizzare altri metodi per avvicinare i tassi sui prestiti al tasso obiettivo. Con questo in mente, le banche tendono a mantenere i loro prestiti l'un l'altro a tassi vicini all'obiettivo.

Il primo, sebbene non fissato da un'autorità centrale, tende a rimanere di circa 3 punti percentuali sopra il tasso dei fondi federali.

La tariffa principale e l'economia

I tassi di interesse influenzano l'economia in più modi di quanto la maggior parte della gente pensi. Quando il nutrito alza il suo tasso obiettivo, l'economia inizierà a rallentare. Questo succede per una serie di motivi.

Le banche inizieranno lentamente a prestare meno. Perché i tassi sono più alti, i proprietari di case saranno in grado di prendere in prestito meno. I mutuatari con ARM subiranno pagamenti più elevati e avranno meno dollari discrezionali da spendere. Restrizioni sull'acquisto di abitazioni significano meno domanda di nuove case, il che significa meno domanda di forniture per la casa e manodopera per la casa.

A causa dei più alti tassi di interesse, le aziende saranno in grado di prendere in prestito meno denaro per nuove attrezzature e l'espansione. Un prolungato periodo di alti tassi di interesse può spesso portare alla recessione. Spesso le persone in posizioni vulnerabili o quelle che lavorano nelle industrie cicliche possono trovarsi licenziate durante tali periodi.

Ma sul lato positivo, alti tassi di interesse significano anche un'inflazione più lenta.

D'altra parte, abbassare i tassi di interesse spesso produce crescita economica. I dollari dei prestiti sono più disponibili per le imprese e gli acquirenti domestici. Il prestito più lento crea una maggiore domanda sia per le case esistenti che per quelle nuove e per le attrezzature per le imprese che desiderano espandersi. Questo è precisamente ciò che ha contribuito a determinare il boom economico degli Stati Uniti negli anni '80, dopo un massiccio crollo economico alla fine degli anni settanta. Il tasso sui fondi federali raggiunse il picco del 20% alla fine di maggio del 1981. Un rapido calo al 9,5% nell'ottobre 1982 contribuì a stimolare la crescita economica.

Né la crescita né la crescita rallentata a causa delle variazioni dei tassi di interesse sono immediate. In genere, questi cambiamenti richiedono circa 12-18 mesi per avere pieno effetto nell'economia più grande.

Lo stesso non si può dire per il mercato azionario, però. Dopo aver sentito parlare di un tasso leggermente più alto, gli investitori che si aspettano una crescita rallentata spesso estraggono dollari dal mercato azionario, determinando un drastico calo dei prezzi. Il contrario è anche vero: un tasso federale abbassato spesso invia rapidamente i valori del mercato azionario.

Molti investitori che usano strategie a breve termine cercano le notizie per qualsiasi indicazione su come il FOMC potrebbe spostare il tasso obiettivo. Se un investitore prevede correttamente un aumento dei tassi e un calo del valore delle azioni, lui o lei può fare un bel soldo in una vendita allo scoperto accuratamente eseguita. Gli investitori che prevedono correttamente un aumento dei tassi e un calo dei prezzi delle azioni possono svendere le azioni a un livello temporaneo elevato.

Cosa significa per te

Cosa significa tutto questo per te? Il modo principale in cui la prima tariffa colpisce la maggior parte dei consumatori è la loro ipoteca e il valore della loro casa. Comprare una casa durante un periodo di alti tassi significherà che pagherai un importo maggiore per il tuo mutuo, o che sarai in grado di prendere in prestito meno.

Anche la vendita in periodi di alti tassi può essere precaria. Ciò accade perché i tassi elevati riducono la domanda di case, poiché i proprietari di case sono in grado di indebitarsi meno. Questo significa anche che potresti scoprire che il valore della tua casa non vale più di quanto ti aspettassi. Questo non rende necessariamente un brutto momento per vendere.Questo dipende da un numero di altre variabili. Se hai intenzione di acquistare una casa in un'altra zona che ha anche depresso i prezzi delle case, potrebbe comunque essere un buon momento per vendere.

Ci sono momenti in cui un alto tasso di interesse può essere vantaggioso per te. Come abbiamo detto sopra, i tassi più alti significano meno inflazione, il che significa che i vostri dollari possono andare più lontano.

Se sei stato abbastanza fortunato da bloccare un basso tasso di interesse su un mutuo e non stai affrontando il rischio di un licenziamento a causa di un lungo periodo di alti tassi di interesse, potresti trovarti con dollari extra che possono ancora andare lontano.

D'altra parte, se si dispone di saldi di carte di credito in sospeso, un aumento della tariffa principale può significare guai. Prendi un alto tasso di interesse come motivo per pagare quei saldi! Ricorda, la tariffa che paghi il prestatore di carta di credito è di solito più un margine. Ciò significa che all'aumentare del tasso dei fondi federali, il tasso principale della tua banca va con esso, e ciò significa maggiore interesse sul saldo della tua carta!

Condividi Con I Tuoi Amici

I Vostri Commenti: